Take a fresh look at your lifestyle.

Il Coaching in azienda

Come aggiungere valore per il mercato odierno

0

Molte delle organizzazioni, ricercatori e leader hanno identificato il coaching come uno stile di leadership e una competenza gestionale. Il coaching, infatti, migliora la resilienza dei dipendenti e dell’organizzazione e accresce l’efficacia nel cambiamento promuovendo la creatività e le prestazioni innovative.

Tutto questo offre alle organizzazioni un vantaggio competitivo nel mercato di oggi e un modo efficace di fluire e operare in un ambiente in continua evoluzione.

Organizzazioni di successo come Hewletxt Packard, IBM, MCI, Google e altri hanno riconosciuto che i manager devono essere in grado di stimolare i loro collaboratori e stimolarsi l’un l’altro, e hanno incluso il coaching nel loro sviluppo di gestione / leadership.

Perché parlare di coaching all’interno le organizzazioni?

Le organizzazioni stanno scoprendo che il tradizionale stile di gestione “di comando e controllo” non è più efficace nell’ambiente attuale, il che richiede una risposta rapida, creatività, resilienza e sforzi individuali oltre che alte prestazioni per rimanere competitivi in un mercato sempre più sfidante. La fidelizzazione dei collaboratori è fondamentale in azienda e il coaching supporta la carriera e lo sviluppo professionale e la soddisfazione dei dipendenti, che mantengono alta la motivazione. I dipendenti allenati alla performance piuttosto che gestiti per la performance sono più impegnati, responsabili e investiti nei risultati del proprio lavoro e nel raggiungimento degli obiettivi personali e organizzativi.

Le organizzazioni di successo hanno anche scoperto che la formazione continua della forza lavoro è necessaria per rimanere competitivi. Tuttavia, capita spesso che la formazione come unico intervento perda rapidamente la sua efficacia e non si riesca a raggiungere i cambiamenti comportamentali duraturi necessari. L’integrazione di formazione e coaching dimostra una reale differenza. Mentre la formazione è un “evento”, il coaching agisce su un processo continuativo, e rappresenta un prezioso contributo per assicurare che le nuove conoscenze impartite diventino effettivamente dei comportamenti appresi.

L’International Coach Federation definisce il Coaching come «una partnership con i clienti/collaboratori, che attraverso un processo stimolante e creativo spinge a massimizzare il potenziale personale e professionale.

Il coaching in azienda è un progetto creativo di crescita che mira a traguardi specifici e a valorizzare il potenziale personale e professionale e vede i seguenti ambiti di intervento:

  1. Corporate Coaching: riguarda progetti aziendali integrati di cambiamento, riorganizzazione, fusione, ridimensionamento, o altro, che coinvolgono diversi gruppi interni, attraverso Executive, Business, Leader, Team, Shadow Coaching, servizi formativi e consulenziali.
  2. Executive Coaching: si rivolge al top-level del management e alle persone più influenti all’interno di un organizzazione, per sviluppare strategie decisionali, leadership, politica gestionale, e altro.
  3. Business Coaching: si rivolge a professionisti, imprenditori di piccole e medie imprese, manager e quadri di grandi aziende, per sviluppare attività di business, focalizzare la mission, rimuovere ostacoli alla realizzazione professionale, individuare le strategie più adatte da perseguire, affrontare un cambiamento interno, passaggi generazionali, implementare performances, rafforzare la leadership.
  4. Team e Group Coaching: si rivolge a gruppi di persone che lavorano insieme o hanno ruoli simili (es. team di progetto, consigli di amministrazione, squadre sportive, ecc.), per facilitare processi decisionali, sviluppare strategie relazionali e gestionali funzionali e condivise, in ambito business, sportivo, sociale.

Il Business ed Executive coaching non è il reimballaggio delle abilità manageriali ai diversi livelli di inquadramento aziendale, sebbene il coaching si basi su determinate capacità soft e competenze gestionali. Il coaching si occupa della crescita, dello sviluppo e del successo del capitale umano rimuovendo, nel qui ed ora, gli ostacoli e le interferenze verso gli obiettivi e le prestazioni di successo e migliorando la creatività.

Il coaching non è terapia o consulenza, sebbene il coaching utilizzi alcuni degli stessi processi di comunicazione. Il coaching riguarda creatività, performance e azione, mentre la terapia si occupa della risoluzione e della guarigione del passato.

l coaching non è tutoraggio o consulenza, diagnosticando situazioni e dando opinioni o consigli.

Il Business/Executive coach utilizza tutta la propria conoscenza ed esperienza per consentire alla persona, durante il percorso individuale,  di creare e sviluppare le proprie migliori pratiche e di utilizzare le proprie risorse per il raggiungimento degli obiettivi personali e aziendali.

Perché il coaching  è così importante in azienda oggi e nel futuro ?

I dipendenti di oggi stanno vivendo il nuovo “patto” di lavoro che si è sviluppato negli anni ’80 ed è ora parte della vita aziendale. L’autosufficienza professionale è una competenza critica per i dipendenti nell’ambito della nuova situazione di mercato, in cui i dipendenti scambiano competenze e contributi per il loro sviluppo e per le loro opportunità di carriera e professionali. Manager e leader devono stimolare le loro risorse all’autonomia e ad impegnarsi in un continuo sviluppo professionale, le organizzazioni diventano quindi attrattivi anche per i nuovi talenti generazionali.

Portare i cambiamenti in avanti sarà la normalità, mentre la resilienza e le prestazioni individuali saranno fondamentali per il successo di un individuo, di una squadra e di una organizzazione.

Il coaching sfrutta i punti di forza e le abilità individuali per le massime prestazioni di gruppo o di team e spesso si inseriscono in una progettualità integrata di cambiamento di Corporate Coaching, dove percorsi individuali di Business ed Executive coaching e di Group e Team coaching si intrecciano con obiettivi comuni. Il coaching prevede un apprendimento diretto sul posto di lavoro e un apprendimento just-in-time adattato alla situazione specifica dell’individuo e delle squadre su cui intervenire, per portare un cambiamento comportamentale positivo. Abilitando i cambiamenti comportamentali del singolo e della squadra, si consente alle persone e ai team di progetto di andare avanti con successo e con meno sforzo. Il cambiamento nel business di oggi non è spesso lineare e richiede spostamenti rapidi in modelli completamente nuovi. Il coaching supporta le persone e i gruppi di lavoro per soddisfare le mutevoli esigenze aziendali in modalità sistemica.

Come si aggiunge valore in azienda nel mercato odierno?
La ricerca e l’esperienza dimostrano che i dipendenti ottengono risultati migliori se stimolati positivamente, anziché essere costantemente valutati. I ricercatori hanno anche visto che le persone con atteggiamenti più positivi hanno maggiori probabilità di avere successo nel loro lavoro e nelle loro carriere. Il coaching favorisce un atteggiamento più positivo dei dipendenti come componente chiave dello sviluppo migliorando anche l’atteggiamento verso l’ambiente in cui sono inseriti e lavorano.

Il coaching, in azienda, con le sue 5 chiavi di successo ossia Corporate, Business, Executive, Group e Team coaching, aggiunge valore ai dipendenti, che quindi aggiungono valore alle organizzazioni dando il meglio e ottenendo una vera e propria catena del valore aziendale integrata. I dipendenti vogliono essere felici, produttivi e innovativi, e il coaching crea l’ambiente in cui ciò può accadere. Il coaching supporta anche la diversità riconoscendo l’unicità di ogni persona.

Oggi manager e leader di successo stanno sviluppando le loro capacità di coaching, al fine di sostenere e migliorare le prestazioni e lo sviluppo dei collaboratori. I manager con capacità di coaching sono anche “peer coach” l’un l’altro, come un modo fondamentale per fornirsi reciprocamente supporto e guida in ambienti difficili.

Il coaching fornisce non solo un contesto per il feedback, ma anche un processo per supportare il comportamento in cambiamento.

Manager e leader sviluppano la loro competenza nel coaching per :

  • Aumentare la consapevolezza del coaching e dei suoi benefici;
  • Istruirsi su concetti e strumenti di coaching;
  • Praticare il coaching utilizzando i migliori strumenti di coaching e le proprie forze;
  • Migliorando la loro competenza di coaching attraverso il feedback e il coaching continuo.

Dall’esperienza personale, alcuni manager possono rafforzare il loro coaching più naturalmente di altri all’inizio dei loro percorsi di coaching e formativi, altri manager e  leader devono essere supportati da un metodo e da strumenti concreti per identificare e utilizzare i propri punti di forza nel coaching, ma lo sforzo iniziale può portare solo a risultati tangibili e grandi soddisfazioni personali e aziendali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.