Take a fresh look at your lifestyle.

Il Business coaching e le pratiche inclusive

Valorizzare l’unicità

Oggi si parla molto di diversità e inclusione nelle aziende, sono dimensioni essenziali anche nel coaching e nel mentoring. Comprendere le differenze e le somiglianze risulta utile per riconoscere e per rispettare le persone nella loro unicità.

Come Business Coach, nei processi di triangolazione, facilitiamo la creazione di un ambiente in cui ognuno si senta libero di esprimersi, di definire obiettivi e priorità, in modo autentico, per crescere in un percorso di partnership collaborativo.

Tutti hanno pregiudizi, consci o inconsci. Anche i Coach professionisti devono essere consapevoli dei propri pregiudizi e di come potrebbero influenzare la partnership con i clienti e con gli sponsor. E’ fondamentale riconoscere e trasformare i propri bias cognitivi, attraverso la pratica riflessiva e ricorrendo a feedback dei colleghi o mentor in modo da identificare e affrontare eventuali punti ciechi o aree di miglioramento.

Una delle competenze chiave di un Business Coach è ascoltare attivamente ed empaticamente i propri clienti. È necessario conoscere il loro modo di pensare, i valori, le convinzioni, gli obiettivi e, in sintesi, la lente che usano per guardare il mondo. È inoltre indispensabile rispettare la loro identità, cultura ed esperienze ed evitare di formulare supposizioni o giudizi basati su stereotipi o generalizzazioni, nel rispetto dell’accordo tra le tre parti, coach, cliente e committente. Utilizzare domande aperte, affermazioni riflessive e parafrasi per mostrare il genuino interesse e la comprensione nei confronti dei clienti, e dei committenti diventa parte integrante del processo di partnership.

Il Coach concorda come il cliente preferisce procedere nel percorso di crescita e di sviluppo, qual è lo stile di comunicazione preferito e quali sono le aspettative rispetto al processo di coaching.

L’approccio inclusivo del Business Coach è alimentato dall’ interesse e curiosità genuini per i clienti. Le persone sono mondi da scoprire, ricchi di storie, conoscenze ed esperienze. E’ essenziale sospendere qualsiasi tipo di giudizio nei confronti dei clienti ascoltandoli attivamente e mostrando gentilezza ed empatia, andando oltre la comprensione a livello superficiale per approfondire il contesto, l’ambiente, i valori e le aspirazioni. Rispettare la loro identità e la loro cultura favorisce un rapporto di coaching basato sulla fiducia e la collaborazione.

Clienti diversi hanno esigenze, preferenze e stili di apprendimento diversi. La valorizzazione della diversità è un punto di forza del Business Coach, che riconosce e fa emergere il valore delle prospettive, esperienze e contributi unici di ciascun cliente. E’ importante incoraggiare i clienti ad abbracciare la loro unicità e usarla come fonte di ispirazione, creatività e apprendimento.

Monica Dongili, approfondisce le tematiche di questo articolo nel percorso avanzato di Corporate e Business Coaching di Life Coach Italy

I commenti sono chiusi.