Utilizziamo i cookie per offrire i migliori servizi sul nostro sito. Cliccando OK accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Intervista a Tim Gallwey: Il gioco che conta

Di Giovanna Giuffredi | 17.10.2013


Concentrare tutta l’attenzione sulle variabili del gioco esterno e trascurare le abilità e le discipline del gioco interiore è come cercare di camminare con una gamba molto lunga e una molto corta.

Timothy Gallwey è l’inventore del Coaching e l’ideatore dell’Inner Game. I suoi libri sono dei best-seller e con oltre un milione di copie vendute hanno cambiato il nostro modo di pensare l’apprendimento e il coaching. Il suo metodo “Inner game” – introdotto nelle migliori aziende al mondo, tra cui Apple, IBM e Coca-Cola, Rolls Royce – ha cambiato la vita a milioni di persone. Gallwey sarà presente per la prima volta in Italia al Forum delle Eccellenze, a Roma a fine novembre.

Cosa ha ispirato la tua intuizione dell’Inner game?


Prima di iniziare a sviluppare il principio del gioco interno nel 1970, ho potuto vedere nei miei studenti di tennis , così come in me stesso, che c’erano ostacoli mentali che interferivano con la nostra capacità di giocare al meglio . Allo stesso tempo, stavo cominciando a riconoscere che tutti noi abbiamo molto più potenziale dentro di noi di quanto pensiamo.

Cosa ti ha fatto capire che eri sulla strada giusta?

Tre osservazioni hanno confermato e riconfermato che ero sulla strada giusta. Una volta che ho smesso di dare istruzione tecnica e correggere i miei studenti in termini di giusto e sbagliato, le paure e i dubbi degli studenti sono diminuiti in modo significativo e hanno imparato più velocemente, con risultati migliori , si divertivano molto di più e non importava quale fosse il loro livello di gioco.

Quale caso in particolare ti ha convinto della bontà del tuo pensiero?

Quando il mio primo studente principiante ha imparato il gioco di gambe e il lavoro di racchetta corretto, senza istruzioni tecniche – cosa che è stato un chiaro segno .

Come è avvenuto il passaggio dal tennis ad altri settori?


Non è così difficile come potrebbe sembrare . Mentre tutti i giochi esterni sono diversi, gli ostacoli da superare nel gioco interno di solito sono gli stessi. Non è necessario essere un esperto in un determinato gioco esterno per applicare i principi dell’ Inner game con successo.

E sul lavoro? Come si può applicare l’Inner Game in 5 mosse?

Prendiamo l’esempio di " mobilità ", un concetto dominante che può essere applicato a qualsiasi tipo di lavoro .
Mobilità: la capacità di muoversi verso i risultati desiderati con i mezzi a disposizione e in un lasso di tempo accettabile .
Passo 1 . Concediti mobilità perché ce l’hai.
Passo 2. Rendi più chiare possibili le immagini dei risultati desiderati .
Passo 3 . Rimani cosciente e sii disponibile a fare cambiamenti all’interno del percorso.
Passo 4 . Ricorda il tuo scopo .
Passo 5 . Focalizza i tuoi sforzi in sintonia con lo scopo.

Mobilità implica flessibilità di mezzi , chiarezza di obiettivi , e lo sforzo adeguato al proprio scopo.
Si potrebbe dire che il ruolo del leader e dell’allenatore è quello di facilitare la mobilità della forza lavoro.

In quali altri settori l’hai applicato ? Dove altro si potrebbe applicare?

Sci , golf, musica , opera , e lo stress sono diventati libri o scritti da me o come co -autore . Sono tutti pubblicati in più lingue. Coaching , Leadership , vendite, gestione , sicurezza , creazione di ambienti di apprendimento aziendale, cambiamenti di cultura, innovazione , sono alcune delle applicazioni . I principi ed i metodi sono stati applicati a molti sport olimpici , così come il calcio americano, basket , cricket e baseball.

Il gioco interno è applicabile al gruppo di lavoro? Come?

Uno dei prossimi libri che voglio scrivere è sull’Inner Game del lavoro di gruppo. Un collega ed io abbiamo lavorato per sei anni con i manager della Rolls Royce per aumentare l’efficacia del team. Abbiamo sviluppato una tre giorni di workshop esperienziale che ha affrontato i molti modi in cui le squadre in genere interferiscono con le efficaci prestazioni della squadra. La differenza di comunicazione della squadra era significativa . Mentre si lavora sui vari compiti, in team, le interazioni sono più brevi, più rispettose e più oneste, poiché tutti i partecipanti ritengono se stessi individualmente responsabili per il successo o il fallimento della squadra. Per fare questo, i membri del team hanno dovuto scoprire comportamenti disfunzionali di lunga data e modelli di pensiero. Dovevano scoprire modi per godersi l’eccellenza che viene dal disimparare abitudini inconsce e dallo sperimentare con pensieri consci e azioni.

È davvero possibile rendere le prestazioni di lavoro gratificanti, soprattutto se non ci piace davvero il lavoro che facciamo ?

Se è chiaro che è il lavoro che non ti piace, probabilmente è il momento di cercare un lavoro diverso. Ma se ciò che non ti piace è la conseguenza di noia, stress, insicurezza , del mancato sviluppo di te stesso mentre lavori , allora è possibile fare cambiamenti in te stesso che, a loro volta, rendono il lavoro più vantaggioso per te e più divertente .

Come si impara ad imparare in modo efficace e produttivo ?


In breve, imparando come apprendere per esperienza diretta. Presta attenzione alle tue azioni e ai loro risultati . Nel tennis la palla ti insegna a colpirla andando dove va a seguito del vostro swing. Non tutto l’apprendimento avviene in aula. I bambini imparano naturalmente osservando la loro esperienza, utilizzare il processo di apprendimento naturale con cui siamo nati è enormemente sottovalutato.

Quali sono le nuove competenze di cui abbiamo bisogno in questo periodo complicato della storia?

Semplicità interiore, il rispetto per gli altri e per sé stessi, l’integrità, la chiarezza di intenti, imparare a imparare e disimparare, la gentilezza, il pensiero e l’azione cosciente, la consapevolezza dei sentimenti.

Come possiamo trovare l’equilibrio tra gioco interno e gioco esterno al fine di vivere in armonia e raggiungere obiettivi ?

Concentrare tutta l’attenzione sulle variabili del gioco esterno e trascurare le abilità e le discipline del gioco interiore è come cercare di camminare con una gamba molto lunga e una molto corta. Non è un modo equilibrato e soprattutto umano di muoversi attraverso la vita di lavoro. Occorre essere cosciente di entrambi. Ci vuole la volontà di essere a conoscenza senza troppo controllo. E ’una questione di scoprire le proprie capacità mentre stai giocando. E ’una questione di non dimenticare di imparare e godere mentre si esegue .

Quanto sono importanti i concetti di responsabilità e di consapevolezza ?

Senza consapevolezza, non si può essere responsabili e non si può imparare, eseguire o godere . Senza vera responsabilità di sé e degli altri, non è possibile trovare il vero rispetto di sé, né contribuire efficacemente alla tua squadra , organizzazione, o il mondo. Se la vostra consapevolezza è giudicante, i vostri sforzi di essere responsabile saranno compromessi dalla paura.

Per informazioni sulla presenza di Tim Gallwey al Forum delle Eccellenze a Roma, scrivere a : corporate@performancestrategies.it