Utilizziamo i cookie per offrire i migliori servizi sul nostro sito. Cliccando OK accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Summer Ciak

Di Giovanna Giuffredi | 28.07.2017

Periodo di vacanza, siete pronti a girare un docufilm?

Diciamocelo, onestamente, siamo tutti maestri nel creare film, ogni giorno, ogni istante, siamo a volte più sceneggiatori che attori della nostra vita. Ci mettiamo alla regia di film che guarda caso anche se non ci piacciono, vanno proprio nella direzione ipotizzata.

Nel mio lavoro ascolto molte persone che decidono di agire non tanto in funzione di fatti concreti e riconoscibili, ma ipotizzando storie e scenari che si sviluppano solo nella loro testa.

E sappiamo che cosa sia la profezia che si auto avvera. Se ne è detto e parlato tanto. Siamo noi stessi con i nostri pensieri, le nostre azioni, con i nostri comportamenti a creare le premesse di eventi che immancabilmente accadono rispondendo ai nostri imput. Banalmente se sorrido incontrando qualcuno con un atteggiamento amichevole è probabile che io riceva un sorriso e qualcuno rispecchierà facilmente il mio comportamento. Se entro in un negozio e chiedo qualcosa in modo brusco, posso aspettarmi un servizio altrettanto scortese. Se andiamo a una cena immaginando di vivere una serata disastrosa, ne usciremo amareggiati.

I film mentali riguardano di solito il futuro e il futuribile, la mente viaggia, immagina, crea, fa e disfa e nel frattempo la vita procede, le cose accadono, il presente sfugge.

Si perde l’occasione di girare un magnifico film verità, un docu film da girare e da vivere nello stesso tempo.

Quale migliore momento se non quello della pausa estiva per sperimentare la creazione di film neo realisti sulla nostra vita, da girare nel qui e ora. Ogni attimo è perfetto. Scrutate l’orizzonte, immergetevi nelle sensazioni che vi suscita un dettaglio, uno sguardo, un luogo, cercate belle immagini, angoli da ricordare. Quello spicchio di cielo, l’atmosfera serale sulla spiaggia, persone che ridono allegre, due gatti che si rincorrono. Te ne accorgi perché non stai guardando il cellulare e stai volgendo lo sguardo intorno per catturare momenti che ti fanno sentire vivo ora, nel tuo attimo. Potrebbe accadere qualcosa di nuovo, Potrai sorprenderti nello scoprire la forza di nuove emozioni, piene, vitali, colorate. Ti sorprenderà renderti conto che il futuro che non ti aspetti è più divertente di quello che prevedi. Come fare? Il solito piccolo esercizio di connessione: respira profondamente, fidati dei tuoi sensi, ti guideranno nel cogliere stimoli, lasciati andare con la mente libera, fai volare via i preconcetti, agisci nel modo più naturale, vivi il momento. E’ il momento del ciak si gira, adesso!