Utilizziamo i cookie per offrire i migliori servizi sul nostro sito. Cliccando OK accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Addio John, resterai per sempre nei nostri cuori, onorati per la tua presenza tra noi.

Di Giovanna Giuffredi | 07.05.2017

Ricordiamo e salutiamo con profonda gratitudine per la sua straordinaria umanità Sir John Whitmore che ci ha lasciato il 28 aprile 2017.

Sir John Whitmore pioniere del Coaching e dello sviluppo della leadership, ha accompagnato Coaching Time dalla sua fondazione, fino alla sua dolorosa scomparsa. Ricordo ancora un giorno della primavera del 2010, mentre riflettevo per costituire il Comitato Scientifico del nostro neo nato giornale.

Ero al mare, sistemavo i gerani sul balcone e guardando l’orizzonte, si è materializzato nella mia mente il nome di Sir John Whitmore. Sarebbe stato u n sogno averlo con noi! Il primo pensiero ammetto che è stato "ma ti pare possibile che accetti con i suoi impegni internazionali?!?". Gli abbiamo inviato comunque una mail e dopo pochi contatti di allineamento, ha accettato la nostra proposta.

La sua presenza per la redazione di Coaching Time è sempre stata un riferimento per continuare il nostro impegno a scrivere e a proporre contenuti sullo sviluppo delle persone, delle organizzazioni, della responsabilità sociale, in linea con l’etica del Coaching ICF.

Poche righe per ricordare chi era John Whitmore. Executive Chairman della Performance Consultants International. Pensatore di spicco nell’ambito della leadership e del cambiamento organizzativo, lavorava a livello mondiale con le più importanti multinazionali per introdurre programmi di coaching e di leadership.
Ha scritto cinque libri sulla leadership, sul coaching e lo sport, di cui Coaching for Performance, il più noto, ha venduto 500.000 copie ed è stato tradotto in 17 lingue. Pensatore di spicco sulla leadership e sul cambiamento organizzativo è stato insignito del premio President’s Award dalla International Coach Federation (ICF). Classificato come Business Coach numero uno dal quotidiano e valutato come persona poù influente per la professione del coaching dalla Association for Coaching.
E’ considerato una delle figure di rilievo della comunità internazionale grazie alle attività e agli interventi di coaching a livello mondiale. John ha fondato la Performance Consultants con David Hemery e David Whitaker; precedentemente aveva fondato la società The Inner Game nel Regno Unito dopo un periodo di studio e di lavoro con Tim Gallwey e Bob Kriegel negli Stati Uniti.
Furono i primi a formulare i processi di coaching e a creare l’apprendimento esperienziale per superare gli ostacoli interni al potenziale umano e all’alto rendimento, come la paura, il dubbio e le convinzioni limitanti.

Performance Consultants International