Utilizziamo i cookie per offrire i migliori servizi sul nostro sito. Cliccando OK accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Dinamiche di gruppo da gestire

Di Giovanna Giuffredi | 26.04.2017

Quanto tempo si potrebbe risparmiare se fossero davvero chiari gli obiettivi, i risultati attesi, le regole del gioco?

Ognuno di noi ha certamente vissuto quelle che si definiscono dinamiche di gruppo. Già dai tempi della scuola in classe, nelle comitive di amici, nelle squadre sportive, nelle riunioni di condominio, in politica o negli ambienti di lavoro.

Sono continue le occasioni in cui ci si confronta con altre persone, con idee e opinioni diverse, situazioni gestite con diverse modalità, amichevoli, negoziali, assertive o aggressive.

Quante e quali abilità relazionali e comunicative occorre avere per raggiungere risultati davvero soddisfacenti?

Quando ci si trova invischiati in certe dinamiche non è neanche semplice districarsi tra alleanze, strategie, opposizioni, manipolazioni, approcci persuasivi, lusinghevoli, sottilmente o apertamente conflittuali. Eppure spesso c’è una decisione che aspetta, che va presa insieme e che sembra non arrivare mai a buon fine.

Quanto tempo si potrebbe risparmiare se fossero davvero chiari gli obiettivi, i risultati attesi, le regole del gioco, i benefici reciproci, se si potesse comunicare con trasparenza, focalizzandosi su quello che è davvero importante, lasciando andare ad esempio i meccanismi di potere fuorvianti?

L’esperienza di gruppo è anche un’ occasione di grande crescita. Attraverso il confronto ci si rispecchia, ci si interroga e si trovano risposte che altri hanno trovato, si riconoscono aspetti critici nascosti in zone d’ombra, che dall’esterno risultano invece chiari e sono fonte potenziale di apprendimenti significativi.

Il Team Coach in un gruppo ha proprio il ruolo di portare a consapevolezza i meccanismi e le dinamiche disfunzionali e fa emergere quelle più funzionali. Stimola il Team a focalizzare obiettivi condivisi, favorisce la valorizzazione delle differenze cognitive e relazionali, facilita la ricerca di vie d’accesso rapide alle soluzioni, accelera i processi decisionali.

Che sia un Team Coaching o un Group Coaching (due approcci che si muovono con regole e finalità diverse), la presenza di un coach esperto può portare all’eccellenza il lavoro del team o della squadra.

E l’aspetto più straordinario, è che lo fa senza suggerire modalità o strade da percorrere, ma seguendo solo un processo di condivisione, con modalità di ascolto e osservazione specifiche per fare emergere dal gruppo le potenzialità ottimali ai risultati che si desidera conseguire. Potere della consapevolezza, una via di non ritorno.

Per info sui prossimi corsi in Team Coaching: qui